Get 20M+ Full-Text Papers For Less Than $1.50/day. Start a 14-Day Trial for You or Your Team.

Learn More →

L'ecumenicità del Concilio Vaticano I

L'ecumenicità del Concilio Vaticano I L'ecumenicita del Concilio Vaticano I ROBERTO DE MATTEI / ROMA Non si puC> parlare della ecumenic ita del Concilio Vaticano I, come di qual­ siasi altro concilio, senza prima chiarire che cosa si intende per ecumeni­ cita. E non si puC> trattare di ecumenic ita suI piano puramente storico, pre­ scindendo dai dati offerti dal diritto canonico e dell'ecclesiologia\ In tema di ecumenicita, gli storici possono verificare l'esistenza di con­ dizioni che non spetta perC> allo storico determinare. Spetta al diritto ca­ nonico, che a sua volta presuppone una chiara visione ecclesiologica, forni­ re allo storico i criteri per verificare l'esistenza del requisito dell'ecumeni­ cita in un concilio. In questa senso, 10 storico che tratti dell'ecumenicita del Vaticano I, non puC> prescindere dai requisiti riconosciuti come necessari dall'ecclesiologia e dal diritto canonico della Chiesa nell'epoca in cui si svolse tale evento. Naturalmente non credo che, nella sostanza, i dati giuri­ dico-ecclesiastici possano mutare nel tempo, ma su questa ritornerC>. 1. Il ruolo del Romano Pontefice II primo di questi requisiti, ben presente nell'ecclesiologia e nel diritto ca­ nonico e il ruolo del Romano Pontefice. La Bolla Pastor aeternus gregem di Leone X del 19 dicembre 1516, durante il Concilio http://www.deepdyve.com/assets/images/DeepDyve-Logo-lg.png Annuarium Historiae Conciliorum Brill

L'ecumenicità del Concilio Vaticano I

Annuarium Historiae Conciliorum , Volume 40 (2): 22 – Jun 20, 2008

Loading next page...
 
/lp/brill/l-ecumenicit-del-concilio-vaticano-i-NBgqnN5u8x
Publisher
Brill
Copyright
Copyright © Koninklijke Brill NV, Leiden, The Netherlands
ISSN
0003-5157
eISSN
2589-0433
DOI
10.30965/25890433-04002007
Publisher site
See Article on Publisher Site

Abstract

L'ecumenicita del Concilio Vaticano I ROBERTO DE MATTEI / ROMA Non si puC> parlare della ecumenic ita del Concilio Vaticano I, come di qual­ siasi altro concilio, senza prima chiarire che cosa si intende per ecumeni­ cita. E non si puC> trattare di ecumenic ita suI piano puramente storico, pre­ scindendo dai dati offerti dal diritto canonico e dell'ecclesiologia\ In tema di ecumenicita, gli storici possono verificare l'esistenza di con­ dizioni che non spetta perC> allo storico determinare. Spetta al diritto ca­ nonico, che a sua volta presuppone una chiara visione ecclesiologica, forni­ re allo storico i criteri per verificare l'esistenza del requisito dell'ecumeni­ cita in un concilio. In questa senso, 10 storico che tratti dell'ecumenicita del Vaticano I, non puC> prescindere dai requisiti riconosciuti come necessari dall'ecclesiologia e dal diritto canonico della Chiesa nell'epoca in cui si svolse tale evento. Naturalmente non credo che, nella sostanza, i dati giuri­ dico-ecclesiastici possano mutare nel tempo, ma su questa ritornerC>. 1. Il ruolo del Romano Pontefice II primo di questi requisiti, ben presente nell'ecclesiologia e nel diritto ca­ nonico e il ruolo del Romano Pontefice. La Bolla Pastor aeternus gregem di Leone X del 19 dicembre 1516, durante il Concilio

Journal

Annuarium Historiae ConciliorumBrill

Published: Jun 20, 2008

There are no references for this article.